Corso di recitazione a cura della Compagnia Il gioco delle parti

Teatro Giulia di Barolo di Torino

Solo chi sogna può recitare

Il teatro è un’emozione, un momento magico. Sul palcoscenico prendono vita parole, gesti, storie, sentimenti mediante un prezioso e insostituibile tramite: l’attore. E che ci vuole per essere un attore? Occorrono soltanto prontezza di spirito, capacità di improvvisazione, padronanza scenica, disinvoltura nell’esibirsi e nel parlare in pubblico, mimica facciale, capacità di gestire il corpo e la voce, dizione chiara e precisa, espressività vocale e tonale, uso corretto della respirazione e dell’emissione della voce, competenza nel costruire il personaggio nelle sue diverse sfaccettature…Non è poi così semplice il compito che si prefigge il nostro Corso di Formazione teatrale, ma è al tempo stesso un compito estremamente affascinante e gratificante: condurvi sul palcoscenico e farvi smettere, per un paio d’ore, di essere voi stessi, ma divenire qualcun altro, dal Mercuzio di Shakespeare all’Estragone di Becket.

Seguendo il metodo di Stanislavskij per la costruzione del personaggio, il nostro Corso di Recitazione prende le mosse dai fondamenti dell’arte teatrale mediante la preparazione nella dizione, nell’espressione corporea, nell’improvvisazione, nella lettura interpetativa e nell’espressione teatrale. Si affrontano poi passaggi fondamentali quali lo psicodramma, la storia del teatro nei suoi diversi generi e la costruzione del personaggio, sia mediante studi monografici su autori e tematiche, sia, soprattutto, mediante la realizzazione di saggi conclusivi.

Il corso è rivolto a tutti, anche a chi non ha esperienza, e si articola, nella prima parte dell’anno accademico, in due livelli: base e avanzato. Il saggio finale è invece un progetto comune, in cui i novelli attori mettono in campo tutto ciò che hanno appreso e, soprattutto, mettono alla prova se stessi nei panni del personaggio che ha via via preso forma mediante la loro interpretazione. Gli allievi, guidati dagli insegnanti delle diverse discipline, hanno la possibilità di prendere confidenza con il palcoscenico nel corso di tutto l’anno accademico, poiché abbiamo la fortuna di svolgere le nostre lezioni presso il Teatro Giulia di Barolo…Ed proprio il sipario del Teatro Giulia di Barolo ad aprirsi davanti al pubblico che assiste, di anno in anno, al grande momento dei nostri allievi, emozionati, magari un po’increduli di ciò che davvero sta accadendo sul palcoscenico per opera loro, ma ormai divenuti attori!

Molti allievi del Corso di formazione teatrale sono stati coinvolti negli spettacoli della Compagnia, con l’opportunità di partecipare a progetti di alto livello e di collaborare con attori professionisti.

Il corso di recitazione di svolge da ottobre a giugno, il giovedì dalle 19.00 alle 20.30, presso il Teatro Giulia di Barolo di Torino.

“È la possibilità di realizzare un sogno che rende la vita interessante”

P. Coelho

SUL PALCOSCENICO DAL 1997 A FORMARE ATTORI: STORIA DI UNA GRANDE PASSIONE

Ripercorriamo le tappe del cammino sul palcoscenico nostro e dei nostri allievi attraverso gli spettacoli e i saggi realizzati  e attraverso gli articoli pubblicati sul nostro lavoro. Molti di questi sono stati scritti dal grande giornalista Pier Carlo Maschera, che  ricordiamo non solo per la penna poetica e brillante, ma, soprattutto, per la sua “luce” di uomo. 

La scuola di recitazione di Torino a cura della Compagnia di Teatro Il gioco delle parti ha realizzato numerosi saggi, spesso poi divenuti veri e propri spettacoli teatrali. 

 

I NOSTRI SAGGI

Centocinquanta la gallina canta - Cinque atti unici di Achille Campanile: il primo saggio del nostro corso di formazione teatrale (1996 -97), poi divenuto spettacolo della Compagnia. Teatro S. Benedetto, S. Mauro Torinese. Lo spettacolo è stato poi rappresentato presso il Teatro Gobetti di Torino, il Teatro S. Anna di S. Mauro Torinese, il Teatro Le glicini di Pino Torinese, il Teatro S. Luca di Torino e il Teatro Gobetti di S. Mauro Torinese.

“Più che un saggio, un eccellente preludio a quello che potrà diventare un validissimo ensamble teatrale.”  Pier Carlo Maschera, La Nuova, 19/06/1997

Sirenetta, di Marguerite Yourcenar e Così ce ne andremo, di Vittorio Calvino: saggio del corso di formazione  teatrale 1997 - 98,  poi divenuto spettacolo della Compagnia. Teatro S. Benedetto, S. Mauro Torinese. Lo spettacolo è stato in seguito rappresentato presso il Teatro Gobetti di San Mauro Torinese, presso il Teatro Silvio Pellico di Bagnolo Piemonte (CN), presso il Teatro Fregoli (oggi Teatro Giulia di Barolo) di Torino e presso il Teatro Comunale di Cambiano. Presso il Teatro Fregoli, nel 2001, Così ce ne andremo è stato abbinato all’incontro Il mistero oltre la vita, con la celebre giornalista e scrittrice Giuditta Dembech. 

“La condivisione di un progetto come la realizzazione di questo spettacolo – spiega Stefania Gilardo – rappresenta per tutti un momento di crescita comune: lo dimostrano le molte amicizie nate durante il corso. Noi ci proponiamo inoltre di dare i primi rudimenti tecnici a chi desidera intraprendere la carriera di attore e di aiutare chi vuole migliorare la propria capacità di espressione o la propria scioltezza nei movimenti.” Roberto Vigliani, La Nuova, 18/06/1998

Tra recitazione e mimo: saggio del corso di formazione teatrale 1998 – 99. Teatro S. Benedetto, S. Mauro Torinese.

“Sette mesi nei quali i frequentanti hanno appreso i segreti di una corretta dizione e di una pronuncia perfetta, le tecniche e le astuzie di una buona rappresentazione in scena e anche la delicatezza sorprendente di una disciplina come quella del mimo.” La Nuova, 01/07/1999 

Da Shakespeare a Williams: saggio del corso di formazione teatrale 1999-2000, Teatro S. Benedetto, S. Mauro Torinese

“Un brillante saggio […] ad alto livello, che ha confermato il grado di preparazione di questi giovani attori, il loro entusiasmo, la loro versatilità. […] Loro, i protagonisti, emozionati quanto mai, in un’atmosfera da Chorus line, si sono presentati sul palcoscenico al meglio delle loro capacità e al cospetto di un pubblico che ha capito e generosamente applaudito. Applausi pienamente meritati, se si considera il grande lavoro affrontato da questi giovani, che possono, sicuramente, considerarsi a un livello superiore alla media, sia per l’impostazione vocale, sia per l’acquisizione di una disinvolta gestualità, sia, infine, per la versalità nel cimentarsi in un repertorio che spazia dal vaudeville al classicismo shakespeariano al verismo di Tennessee Williams.”   Pier Carlo Maschera, La Nuova, 06/07/2000

E adesso….Musical!: saggio del corso di formazione teatrale 2000 -2001, poi divenuto spettacolo della Compagnia per l’Associazione UAI Brasil, che sostiene progetti educativi per bambini e adozioni a distanza. Teatro Gobetti, S. Mauro Torinese. 

“….Hanno cantato, ballato e recitato senza risparmio di energie, riuscendo a proporre uno spettacolo di estrema piacevolezza, di grande effetto coreografico, di straordinario impatto scenico.” 

Pier Carlo Maschera, La Nuova, 03/01/2001

 Grease,  musical di Jim Jacob e Warren Casey: il saggio del corso di formazione teatrale (poi divenuto spettacolo della Compagnia) che più Stefania Gilardo ha amato, rappresentato più volte  presso il Teatro Gobetti di S. Mauro Torinese e, in seguito, presso il Teatro Petrarca di Settimo Torinese. 

“ […]  i giovani e bravissimi attori che, per una sera, hanno trasformato il Gobetti nella mitica Broadway, guadagnando gli scroscianti applausi degli spettatori. Vista la folta affluenza di pubblico, lo spettacolo è stato replicato, in quanto alla prima serata in molti non hanno potuto accedere in sala. Anche questo fa parte del successo.” Pier Carlo Maschera, La Nuova, 19/06/2003


Il principe azzurro, di Sabatino Lopez, e Balli proibiti, tratto dal film Dirty dancing: i due saggi del corso di formazione teatrale 2003 – 2004. Teatro Gobetti, S. Mauro Torinese

“Ennesima, entusiasmante prova d’attore […]”  Pier Carlo Maschera, La Nuova, 17/06/2004

“Non certamente facile il genere musical: agli attori si chiede di recitare, ballare e cantare con egual impegno e si può affermare, senza tema di smentita, che ai giovanissimi attori del “Gioco delle parti” l’operazione sia riuscita alla perfezione.” Pier Carlo Maschera, La Nuova metropoli, 24/06/2004

 

Buon Natale, Mr. Scrooge, tratto dal Canto di Natale di Charles Dickens: saggio del corso di formazione teatrale 2003 – 2004, poi divenuto spettacolo della Compagnia, rappresentato presso il Teatro Gobetti di S. Mauro Torinese e, successivamente, presso i “punti verdi” del Comune di Torino, il Teatro Petrarca di Settimo Torinese, il Teatro Giulia di Barolo di Torino, il Teatro Elios di Santena, il Teatro di Rubiana e il Teatro Comunale di Cambiano. 

“Uno spettacolo originale, presentato in forma di musical, con brani cantati dal vivo, per l’ambientare l’azione negli anni Sessanta.” La Nuova, 23/012/2004

 

Il delitto di Lord Arthur Savile, tratto dall’omonimo racconto di Oscar Wilde: saggio del corso di formazione teatrale 2004-2005. Teatro Gobetti, S. Mauro Torinese. 

“Alternando le parti recitative a brani cantati dal vivo e a movimenti coreografici, mentre a celebri melodie sono stati adattati testi in lingua italiana,  con l’abile regia della Gilardo e con l’indubbia bravura degli attori, Il delitto di Lord Arthur Savile è diventato un musical di grande effetto, gradevolissimo sotto il profilo scenico, interpretato con disinvolta bravura da un cast artisticamente “completo”, che generosamente si impegna nella recitazione, nel canto e nel ballo con ottimi risultati.” Pier Carlo Maschera, La Nuova, 28/07/2005

Una rockstar in convento, tratto dal film Sister act: saggio del corso di formazione teatrale 2005-2006, poi divenuto spettacolo della Compagnia. Rappresentato presso il Teatro Gobetti di S. Mauro Torinese e, successivamente, presso i “punti verdi” del Comune di Torino e il Teatro Petrarca di Settimo Torinese.  

“ […] le avventure di una cantante rock rifugiata in convento, per sfuggire a un boss mafioso, che stravolge la vita tranquilla delle suore dando però loro l’opportunità di “sentire” meglio il prossimo.” Metro, 21/12/2006 

Vola, vola, Peter Pan: saggio del corso del corso di formazione teatrale 2006 -2007, poi divenuto spettacolo della Compagnia. Rappresentato presso il Teatro Gobetti di S. Mauro Torinese e, successivamente, presso l’Associazione Tedacà – bellArte,di Torino (via Bellardi, 116).  

 

Suonavano “Only you”: saggio del corso di formazione teatrale 2007 -2008. Teatro Gobetti, S. Mauro Torinese.


Inseguendo un sogno: saggio del corso di formazione teatrale 2008-2009. Teatro Gobetti, S. Mauro Torinese. 

“Il musical che hanno portato in scena si intitola “Inseguendo un sogno” e si tratta di una commedia brillante in due tempi di Stefania Gilardo, la loro insegnante. Affronta i temi delle amicizie, gli amori e le rivalità tra i ragazzi che frequentano l’Accademia Artistica….” La Nuova voce, 24/06/2009  

FOTO DIGITALE DI INSEGUENDO UN SOGNO

L’uccellino azzurro, tratto dalla fiaba di Maurice Maeterlinck: saggio del corso di formazione teatrale 2009-2010. Teatro Gobetti, S. Mauro Torinese. 

“L’adattamento di Stefania Gilardo, nell’occasione anche regista, ha mantenute intatte le peculiarità di un testo gradevolissimo, accentuandone la soavità narrativa e l’armoniosità gestuale.” La Nuova periferia, 07/07/2010

Una lacrima e un sorriso: saggio del corso di formazione teatrale 2010-2011. Teatro Gobetti di S. Mauro Torinese. 

Prova generale: saggio del corso di formazione teatrale 2011-20112, in collaborazione con la scuola Faredanza di Torino, diretta da Sonia Balloch. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

I’mi trovai fanciulle…viaggio tra i poeti dal Duecento al Rinascimento: saggio intermedio del corso di formazione teatrale 2012-2013, in collaborazione con la Scuola Faredanza di Torino, diretta da Sonia Balloch. Teatro Giulia di Barolo, Torino. 



 

I promessi sposi alla maniera di…: saggio del corso di formazione teatrale 2012 -2013, in collaborazione con la Scuola Faredanza di Torino, diretta da Sonia Balloch. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

 

Shakespeariana (scene da Re Lear e La bisbetica domata di William Shakespeare): saggio del corso di formazione teatrale 2013 -2014. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

 

Week end con delitto (ispirato a Il rifugio di Agatha Christie): saggio del corso di formazione teatrale 2014 -2015. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

Abbiamo percepito un grande amore per quest’arte espressiva e soprattutto era palpabile una motivazione che andava al di là del piacere di far bene, di soddisfare il pubblico e di dimostrarsi all’altezza del ruolo. Abbiamo scoperto che quello che si percepiva era proprio l’amore per la loro insegnante e la regista della compagnia (Stefania Gilardo) che da poco ha lasciato il corpo e che sicuramente, in quello spazio diverso in cui si trovava, si stava compiacendo, orgogliosa, di quanto vedeva dispiegarsi in scena.” Annunziato Gentiluomo, Artinmovimento Magazine,02/07/2015

 

L’importanza di…essere un marito ideale (scena da Un marito ideale e L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde):  saggio del corso di formazione teatrale 2015 -2016. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

 

Le mille e una notte: saggio di Natale del corso di formazione teatrale 2016-2017, in collaborazione con l’Associazione Oriental Beat ASD, diretta da Barbara Zavanese. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

 

 

Harvey, di Mary Chase: saggio del corso di formazione teatrale 2017-2018. Teatro Giulia di Barolo, Torino.

 

foto spettacolo: Il gioco delle parti - Harvey, di Mary Chase- saggio del corso di formazione teatrale 2017-2018

“Letter…attori”

Saggio degli allievi del Corso di Formazione Teatrale 2017 - 2018
Teatro Giulia di Barolo

 

Letter...attori-il-gioco-delle-parti-scuola-teatro-torino